sabato 11 agosto 2012

☆ RICORDI ☆ Poesia e Vita mia da "il Mio Giardino Incantato",Aspettatemi io Torno ok?☆



dipinto di Richard Ramsey




RICORDI


 I miei ricordi, 
 abbarbicati come falene,
 alle scrostate mura dell'antica chiesa,
 li, in Piazza Giacomo Leopardi.

 Effluvi di profumi selvatici
 salgono 
 da Via della Portella,
  Il calmo scorrere 
 del fiume la in fondo,
 la piccola ridente cascata
 culla dei miei sonni innocenti.

  Chiudo gli occhi,
 ricordi in bianco e nero
 affollano la mente.
  E' tutto un mondo 
 che scorre piano,
 lento, in quella Piazza.

 Un uomo anziano 
 tiene per mano
 un frugoletto biondo,
 incede stanco 
 poggiandosi ad un bastone,
 sul volto segnato 
 dalla dura vita
 un dolce sorriso 
 per il suo angioletto.

  Donne dalle lunghe
  vesti scure
 passano curve 
 sotto carichi di legna,
 tavole di fragrante pane,
 brocche di acqua fresca.

 L'acuto suono di 
 una sirena annuncia
 la fine di un duro giorno
 di lavoro su alla conceria.

 Uomini e donne 
 dai volti stravolti,
 un acre odore,
 misto di sudore
 e pelli conciate,
 accompagna il loro
 incedere stanco.

 Il sole inizia 
 la sua discesa 
 dietro il picco 
 di Montecorsegno.

 Un tenero sorriso 
 distende il volto
 di un uomo alto, forte, 
 un gigante buono,
 sorride alla sua piccolina 
 che gli corre incontro.

 E' sempre li che lo aspetta, 
 gli tende le braccia,
 il suo Babbo adorato
 non più stanco
 la solleva in aria 
 e con tanto amore 
 la chiama "figlia mia"...

 La mamma passa
 le sue giornate
 curva sulla 
 macchina per cucire.

 Il bucato nel grande
 mastello di legno, 
 profuma l'aria.

  Scende al fiume 
 per lavare,
 inginocchiata su dure pietre 
 levigate dal lento
 scorrere dell'acqua.

 Il chiacchierio,
 le risate argentine 
 delle giovani sartine, 
 si odono da lontano.

 Dalla grande grotta in tufo,
 scavata sotto la vecchia casa,
 sale ininterrotto, 
 ritmato, il rumore
 del martello sull'incudine.

 È il fratello maggiore,
 ancora ragazzino
 ma già calzolaio.

 Le sconnesse mura 
 della grotta sono
 interamente tappezzate 
 da locandine di vecchi film,

 Il secondo dei fratelli,
 allegro , vivace, ridanciano,
 carica la sorellina sulle spalle
 ed entrambi felici vanno,
 non importa dove,
  purché insieme.

 I mesi, 
 gli anni scorrono lenti, 
 anni duri, difficili,
 il tempo sembra 
 essersi fermato li,
 in Piazza Giacomo Leopardi...

 Un rombo possente 
 squarcia il silenzio 
 dei miei ricordi...
 Una potente moto 
 impennandosi 
 quasi mi sfiora
 risalendo la ripida 
 strada selciata 
 che porta alla Pieve..

 A fatica ritorno alla realtà.
 Un batter di ciglia, 
 e sotto l'antica arcata
 di via della Portella,
  vedo svanire lentamente
 insieme ai miei ricordi 
 in bianco e nero
 i miei cari che non sono più.

 Mi guardo intorno, 
 ora ciò che mi circonda é a colori.
 La vecchia casa 
 sta curando
 le ferite inferte 
 dall'ultimo terremoto,
 la sirena della conceria,
 non suona più.

 Il fiume e la cascata
 son sempre li,
 i profumi salgono aspri e selvatici
 ed i miei ricordi, 
 sempre abbarbicati come falene,
 alle scrostate mura 
 dell'antica chiesa li, 
 in Piazza Giacomo Leopardi!

 ©RosaRossa @)';-';-';-----------










Amici cari, prima di partire voglio lasciarvi
questo mio scritto che è
una somma di ricordi miei dell'età di 2/3 anni,
Vi parrà strano che di quella età io possa ricordare tanto ma è così,
 Vorrei che durante la mia assenza causa rientro in Italia
domani 12 agosto, dicevo gradirei che chi mi segue
leggesse questo scritto fatto di ricordi tornatimi alla mente
anni fa in un giorno assolato in cui passando
da "quella strada, da quella Piazza"
mi venne in mente una sola parole "Ricordi",
Quanti ricordi li, in Piazza Giacomo Leopardi,
tornando a casa dove ero ospite mi precipitai a comperare
un quaderno ed una matita, iniziando a buttar giù così come la leggete,
non ho apportato modifiche non vi sono grandi cancellature,
il testo di questo brano a me tanto caro,
Tanto caro perché ci siamo tutti,
tutti i componenti della mia splendida famiglia,
"L'Uomo Anziano" che sale via della Portella con il frugoletto biondo
era mio Nonno Antonio, Padre della mia Mamma,
morì chiamandomi quando io avevo solo 2 anni,
c'è il mio amato Babbo, l'uomo grande e buono 
che mi sollevava sempre tra le sue forti braccia,
ho mangiato seduta sulle sue ginocchia fino a 6/7 anni,
il nostro era un amore infinito, infatti anche se Lui è salito in cielo
tanti anni fa per me è sempre qui, sulle mie labbra,
nella mia mente e nel mio cuore,
c'è la Mamma lei lavorava per tre, sarta, famiglia e ortolana,
donna forte ed energica,
lei ci faceva filare tutti sul filo del rasoio,
ma oggi la ringrazio per averci cresciuto con tanti
buoni sentimenti, ideali, onestà e sincerità,
se oggi sono la donna che sono in grande parte lo si deve ai suoi insegnamenti,
non sempre "leggerissimi" ma sicuramente convincenti…
poi ci sono loro, i miei due fratelli maggiori di me,
io la piccolina di casa arrivata dopo 11 anni dal maggiore e 8 dal secondo,
il maggiore a soli 11 anni era già calzolaio,
per lui "il dopo scuola" era andare ad imparare un mestiere, 
appunto quello del calzolaio, non un ciabattino che ripara soltanto,
no no lui sapeva creare calzature nuove, abbiamo una foto di noi tre, 
ingiallita dal tempo, io a 11 mesi, in pantaloncini corti ehm, 
e scarpine fatte da mio fratello,  era ed è ancora bravissimo il mio fratellone,
tutti in famiglia abbiamo come si dice da noi ;
"le mani d'oro", qualsiasi cosa ci riesce bene fatta con le nostre mani,
poi c'era Lui, il fratello che mi ha presa in braccio appena nata
e che mi ha tenuta accanto a se, dovrei dire abbracciata a se
fino a quando non si è sposato a 24 anni,
eravamo due corpi ed una sola anima,
io ero la sua complice, la confidente, 
persino la sua ballerina preferita, 
insieme a mamma gli avevamo insegnato a ballare,
io a 7 anni  avevo ballato con "la crema del paese"
le coppie vip intendo sul palcoscenico del nostro Teatro comunale
la notte di Sal Silvestro, al Veglione…
Per me ballare era come respirare, tutta mamma, 
Babbo non era un gran ballerino, ma per far volteggiare me ,
in alto tra le sua braccia da piccolina non diceva mai di no…
Bene mi accordo di aver scritto un gran pezzo di vita mia,
dimenticando la fame,la stanchezza e i preparativi da terminare
prima di chiudere stasera……
Ecco, io spero che questo mio scritto vi aiuti a conoscermi meglio,
Vi porterò nel cuore quando sarò via,
spero non mi dimenticherete e che passerete a trovarmi qui qualche volta
e votare pure perché no, visto che io non ci sono,
mi piacerebbe tanto, ma tanto davvero, 
se dopo aver letto mi lasciaste un commento,
quello che vi detta il cuore,
io vi ho raccontato di me davvero con "il cuore in mano",
vi voglio bene, vi penserò, aspettate il mio ritorno ok?
Entrerò ogni volta che lo potrò 
ma devo cercare di riposare e rilassarmi
dopo tutto ciò che ho passato in questo anno tumultuoso,
Non è stato certo un anno noioso,
con me non ci si annoia mai, neppure io mi annoio,
ho sempre il cervello in ebollizione altro che noia……
vi abbraccio stretti, VVTB,
bacini sparsi intorno a voi come pioggia di stelle cadenti la notte di San Lorenzo,
Solo per voi, bacini e rose, sempre con tanto amore nel cuore…

@)';-';-';----------























23 commenti:

Anonimo ha detto...

è commovente poter entrare così nella vita di una persona che non conosci....entri in punta di piedi...leggi e alla fine ti accorgi che questa persona è e sarà sempre una grande amica su cui puoi fare affidamento....ti aspetto per continuare a leggerti....e condividere con te tutti i momenti del mio cammino...a presto amica mia

stella dell 'est ha detto...

Bellissimo post,complimenti,beata te che hai le mani d'oro,io no lavori manuali,solo mentali.Riposati,divertiti e torna presto!Tanti kissoni da Olga.

Renzo ha detto...

Mamma mia davvero bellissimo, sono d'accordo con Stella dell'Est. RosaRossa ci doni sempre qualcosa, le tue come abbiamo già discusso in privato sono vere e proprie meditazioni... Grazie, come sempre. Renzo

Beagle-Tibi ha detto...

Io amo tue Blog .
Bellissima !!!
Ciao Sylvia und Tibi

fata confetto ha detto...

Mentre leggevo mi sembrava di vedervi, uno spaccato di vita vera, di affetti e ricordi che oltrepassano questo schermo ed entrano nel cuore.Ho scoperto punti in comune con la mia infanzia, uno per tutti la passione per il ballo, nel mio caso era di babbo...e poi anch'io ho avuto una provetta calzolaia in famiglia, la zia Sabina( il racconto lo conosci ). Cose in comune che uniscono nell'amicizia.
Anche a me fa piacere dare il mio contributo con il voto e il GIUDIZIO...e riceverlo, naturalmente!
Un modo per condividere la passione per la rete. FAI VACANZE SERENE:)
Marilena

Anna RosaRossa Calisti ha detto...

Giovanna,Olga,Renzo,Silvye eTibi, Fata Confetto,un saluto veloce con un pc piccolo piccolo,vi ringrazio per le belle parole dedicatemi,vi ringrazio di cuore cosi come di cuore io parlo a voi,evo raccontarvi l'odissea vissuta ieri,ma oggi non posso,devo fare un post apposta,sappiate che siete tutti molto cari al mio cuore,come dice la mia fatina,i commenti piace anche riceverli,io purtroppo di tempo ne ho pochissimo,mi occupo di troppe cose lo so,ma ne ho bisogno per aiutare a dare una spolverata alla ragnatele della mia autostima che ho "sotto i tacchi delle scarpe basse",una volta vi raccontero',è sempre doloroso farlo ma è terapeutico,vi abbraccio con tanto affetto, per voi, come sempre con tanto amore nel cuore, bacini e rose... @)';-';-';------






Saray ha detto...

I tuoi ricordi sono scritti molto bene, così bene che mi sono emozionata. L'amore della famiglia è tutto. Non conta nè l'istruzione nè la ricchezza se non si vive con il cuore in mano. Ti abbraccio cara e grazie per aver aperto questo spiraglio meraviglioso di ricordi della tua vita. ^_^
Lunedì riparto per un'altro periodo di vacanza.

Fioredicollina ha detto...

ciao carissima, bellissimo qst tuo scritto cosi intimistico , gran bella famiglia, mi sono commossa leggendo , ti auguro di continuare sempre cosi, col sorriso e col la tua forte tempra che ti ha reso una bellissima persona, un bacione e a presto

Grazie per esser passata alla festa! per te una rosa CLICCA QUI
ciao da me e pelosi :-)

Anna RosaRossa Calisti ha detto...

Grazie Saray e Fiore, troppo gentili,questo scritto è molto caro al mio cuore perché racchiue i ricori ella mia splendida famiglia prima che l'uragano si abbattesse su i noi portandosi via uno dei fiori più belli e giovani,mio fratello Claudio,il secondo figlio,gemelo di cuore,anima e pensieri con me che ero più piccola di 8 anni,è volato in cielo a soli 29 anni per un incidente sul lavoro,lasciando nella disperazione, oltre noi una moglie incinta di 3 mesi ed una bimba di 5anni che viveva per suo padre,la sua scomparsa ha sconvolto per sempre la vita di tutti noi,mia mamma ne è quasi morta e impazzita,mio padre era diventato un vecchio ed io a soli 22 anni distrutta dal dolore triplo,la sua morte,la ecisione della moglie di tornare in Italia portandosi via Lui e perdere la bambina,la sua che per 5anni era stata come mia,nn avremmo potuto amarci di più se fossimo state mamma e figlia,è la vita lo so ma quando capita a te ti senti morire ed il mondo ti crolla addosso,grazie di esserci amiche mie,vvtb,bacini e rose per voi, @)';-';-';---------

Runa ha detto...

__mentre aspetto che ritorni ti lascio un abbraccio
son tornata anche io...

Runa

Anna RosaRossa Calisti ha detto...

Grazie del messaggio Runa cara,i giorni scorrono via in fretta ed il mio ritorno avverrà prima di quanto ci si aspetti,io Ti ammiro moltissimo lo sai ed il tuo passaggio qui a me mi tocca profondamente,tornero' Dio volendo,ma un pezzo di cuore resterà qui dove sono le mie radici (ci sono anche sepolti i miei genitori ed un fratello che adoravo,contraccambiata,io non so amare poco,o tutto o niente,o ono tutta me stessa oppure nulla del tutto, quindi....)e dove tanta gente mi acclama e vuole bene,qui non faccio che salutare e sbaciucchiare chi incontro magari dopo tanto tempo,è bello vedere che senza volerlo ho realizzato il desiderio che descrissi allo scrittore presidente della giuria del concorso "Voci Nostre" di Ancona anni fa,avevo partecipato per il settore "poesia stranieri",era la prima volta,poi non ho più voluto,non amo le competizioni,mi chiese come mai avessi deciso di scrivere,gli risposi che si dice che "per lasciare traccia di se su questa terra bisogna, aver avuto un figlio,piantato un albero,scritto un libro", non avendo fatto nulla i cio'risposi che il mio desiderio più grande era lasciare un buon ricordo di me in chi mi avesse conosciuta!Vedere quanto affetto mi dimostrano dei semplici conoscenti credi mi emoziona tanto,magari poi da chi ti aspetti amore ricevi solo indifferenza ma questa è altra cosa,scusa se ho scritto tanto,riuscire a farlo in questi giorni è come giocare ad una lotteria,un abbraccio a te Runa cara,bacini sparsi a te, agli amici che passeranno ed alla reazione de LMC,bacini e rose carissima,
@)';-';-';-------


Rosemary3 ha detto...

Una pagina di ricordi che, voltata, ti riporta indietro nel tempo della memoria...
Un abbraccio, carissima
Ros

Saray ha detto...

Cara Rosa, grazie per aver raccontato la tua storia carica di dolore e di amore. Sopratutto d'amore, perchè si sente che sei una persona dolce che sa dare tanto. Ti abbraccio :)

Anna RosaRossa Calisti ha detto...

Grazie per i vostri commenti fiori belli del mio Giardino,ho voluto postare questo spaccato di vita vera per farmi conoscere meglio da voi se ce ne fosse bisogno,questo è un periodo molto particolare per me,al mio rientro vi racconto tutto,grazie di esserci e di volermi bene, dalla vostra Ross' sempre con tanto amore nel cuore, in questo periodo tutta dedita alla mia amata Madonnina Addolorata di cui ricorrono le feste triennali,vi amo di bene, a presto Dio volendo,sempre con tanto amore nel cuore, bacini e rose... @);'-';-';-';-------------

Fioredicollina ha detto...

cara amica passa sul blog alter ego che c'è un premio che ti aspetta! :-) buon week end!

Anna RosaRossa Calisti ha detto...

GRAZIE FIORE CARA.NON ACCEDO DA GIORNI.PASSERO A PRENDERLO QUANDO SARO'A CASA.DA QUI ANDREBBE PERSO.ORMAI RESTA POCO.IL 23 DIO VOLENDO RIENTRO?BACINI E GRAZIE DI CUORE CARA AMICA MIA.TVB BACINI E ROSE PER TE....

Fioredicollina ha detto...

scusa amica cara io non ho ben capito, ma dove vai? torni a Lussemburgo? ti prego rispondimi in email o nel mio blog che se nn ripasso di qui non so la tua risposta....bacione

Saray ha detto...

Ciao cara torna presto..Ti aspetto ^_^

José María Souza Costa ha detto...

Invitación

Yo soy brasileño, y tengo un blog, muy simple.
Estoy lhe invitando a visitar-me, y se posible, seguimos juntos por ellos.
Fuerza, Alegría y Amizad.
Ven para acá.

http://www.josemariacosta.com

Paola Bacci ha detto...

Complimenti per lo splendido blog e grazie per esserti iscritta fra i miei lettori, anch'io ti seguirò con molto piacere!!! Un abbraccio

Fioredicollina ha detto...

ciao carissima : passa per festeggiare con noi il 1000 post su alter ego unitamente ad un premio per te! ti aspetto ciao!

José María Souza Costa ha detto...

En retribuición, estoy seguindo su blog
Abrazos.

Ahimsa ha detto...

sono i momenti in cui
ci tengono tanta compagnia,

quei ricordi che improvvisamente
vengono fuori dal nostro cuore...
sono la nostra vita..

momenti che si custodiscono sempre dentro il cuore
di un tempo passato felice o meno...

ricordi che appartengono ad un periodo unico della vita
che non tornerà mai più...
ma che possono riapparire ogni volta che si chiudono gli occhi...